Gli approfondimenti de La Saponaria

acido ialuronico/ cosmesi biologica/ antiage

Le proprietà dell'acido ialuronico puro e come si utilizza

L’acido ialuronico è una delle molecole che costituisce naturalmente la nostra pelle ed ha la capacità di mantenere la forma e la resistenza del nostro tessuto connettivo. E’ inevitabile però che col passare del tempo la sua rigenerazione diventi più lenta e questo porti alla formazione di rughe ed inestetismi visibili sulla pelle, il suo largo utilizzo in cosmetica è dovuto proprio a questo..scopriamo quindi quali sono le proprietà dell'acido ialuronico puro e come utilizzarlo.

Chimicamente l'acido ialuronico è un' aggregazione di più molecole di zuccheri semplici, quali l’acido glicuronico e l’N-acetilglucosammina. Fisiologicamente l'acido ialuronico si trova liberamente sotto alla superficie della pelle e, stimolando la produzione del collagene e la rigenerazione del tessuto connettivo, permette di mantenere la turgidità, l’idratazione e l'elasticità della pelle, anche perché in grado di immagazzinare una grande quantità di acqua.

Con il passare del tempo però la sua rigenerazione diventa più lenta, è questo uno dei motivi che porta alla formazione delle temutissime rughe.

La comparsa delle rughe si può infatti collegare all’indebolimento della fitta rete di acido ialuronico tipico dell’età giovanile; dopo il 40 anni il reticolo di acido ialuronico si indebolisce a causa di un rallentamento nella produzione endogena della molecola.

In questo senso vengono in nostro aiuto le preziose proprietà dell'acido ialuronico come ingrediente cosmetico.

L'acido ialuronico può infatti essere utilizzato puro applicato direttamente sulla pelle, oppure possiamo trovarlo all'interno di creme e sieri, è un ingrediente attivo davvero pregiato e richiesto per i suoi effetti visibili e duraturi.

Per capire bene come agisce e quali sono i benefici che apporta alla nostra pelle, facciamo un passo indietro e spieghiamo com'è fatta.

New call-to-action

Anatomia della pelle

La pelle è costituita da strati diversi che hanno diversa struttura e quindi funzione. In generale possiamo dire che la funzione principale della pelle è quella di proteggerci dagli agenti esterni come i batteri e di mantenere il nostro equilibrio termico tramite le ghiandole sudoripare presenti su tutta la nostra superficie corporea.

Partendo dall’esterno troviamo:

  • epidermide
  • derma
  • strato sottocutaneo

L’epidermide è a sua volta costituita da diversi strati ognuno dei quali è caratterizzato da cellule chiamate cheratinociti; questi a partire dall’interno verso l’esterno si differenziano giungendo a maturazione e infine alla morte (che causa la naturale desquamazione della pelle).

Questa prima parte è la più difficile da oltrepassare per ogni attivo presente nei cosmetici essendo costituita da cellule legate tra loro in maniera stretta ed essendo priva di capillari sanguigni.

Si può comunque affermare che molecole più piccole di acido ialuronico, cioè a basso peso molecolare, possono oltrepassare questa barriera più facilmente rispetto a quelle ad alto peso molecolare ed esplicare meglio la loro azione.

Il derma è invece lo strato del tessuto connettivo direttamente sottostante all’epidermide, qui troviamo terminazioni nervose, capillari sanguigni, bulbi piliferi e ghiandole sebacee.

Infine, il tessuto sottocutaneo funge da collegamento tra l’epidermide e il resto del corpo sottostante, costituito essenzialmente da tessuto adiposo.

pelle giovane

Peso molecolare diverso = Azione diversa

Per quanto riguarda la sua chimica possiamo distinguere diverse tipologie di acido ialuronico, queste variano in base al peso molecolare, che definisce quindi la grandezza della molecola.

Come abbiamo visto in precedenza la pelle va incontro ad invecchiamento che causa dei segni visibili quali rughe e macchie, per questo è importante l'uso cosmetico dell'acido ialuronico, puro o all'interno di creme e sieri.

Vediamo quindi che caratteristiche deve avere per essere efficace.

Per quanto riguarda la distinzione dell’acido ialuronico secondo il peso molecolare, possiamo classificarlo in tre diverse tipologie:

  • alto peso molecolare, dalle dimensioni comprese tra i 1800 e 3000 kDa (kilo Dalton). Le dimensioni non gli permettono il passaggio attraverso la cute, questo però permette alla molecola di agire in superficie esplicando un’azione idratante e filmante, impedendo all’acqua naturalmente presente sulla pelle di evaporare.
  • medio peso molecolare, dalle dimensioni comprese tra i 1000 e i 1800 kDa. Questa tipologia viene assorbita più facilmente anche se non ha la possibilità di raggiungere gli strati più profondi, permette però il passaggio dell’acqua al fine di mantenere un'idratazione ottimale.
  • basso e bassissimo peso molecolare, dalle dimensioni comprese tra i 10 e i 1000 kDa del basso peso molecolare e tra 3 e 8 kDa del bassissimo peso molecolare. Queste tipologie sono le più preziose per la nostra pelle, grazie infatti alle dimensioni ridotte le molecole di acido ialuronico riescono a raggiungere gli strati più profondi e a rimpolpare e nutrire il reticolo naturale già presente.

Quali sono le proprietà dell'acido ialuronico e i suoi effetti

Sono stati effettuati diversi studi riguardo all’efficacia di trattamenti prolungati (almeno 60 giorni) e costanti a base di acido ialuronico.

I risultati hanno mostrato che l'acido ialuronico ad alto peso molecolare ha una forte azione schermante e un visibile effetto tensore, cioè blocca la perdita di acqua dalla superficie cutanea, facendo si che la pelle resti idratata e liscia, senza desquamarsi. Questa proprietà dell'acido ialuronico è particolarmente utile in caso di pelle del viso secca e di pelle del corpo disidratata.

L'acido ialuronico a medio peso molecolare trattiene l'acqua negli strati superficiali della pellecontribuendo al mantenimento dei normali livelli di idratazione.

idratazione

L'acido ialuronico a basso peso molecolare invece penetra più in profondità, andando a nutrire gli strati più profondi della pelle, per un vero e proprio effetto tensore.

La pelle appare quindi levigata, più turgida e rimpolpata, le rughe e i piccoli cedimenti riempiti, per un effetto distensivo e di riduzione della profondità delle rughe visibile all'occhio. Stimola inoltre la produzione di collagene, donando sostegno alla pelle e aumentandone quindi la compattezza.

Come abbiamo visto le azioni che questi pesi molecolari possono avere sono diverse, ma nessuna imprescindibile dalle altre, bensì agiscono in sinergia le une con le altre.



Questo è il motivo per cui la migliore, e più efficace soluzione di acido ialuronico è in genere un mix di diversi pesi molecolari per fare in modo che la pelle sia perfettamente soddisfatta in tutte le sue esigenze, riuscendo a sfruttare in modo ottimale tutte le proprietà rimpolpanti, riempitive e idratanti di questo prezioso ingrediente.


I diversi utilizzi cosmetici e come possiamo trovarlo in commercio

L'acido ialuronico è un ingrediente facilmente riconoscibile nell’elenco INCI dei prodotti cosmetici, è infatti indicato con sodium hyaluronate, che corrisponde al sale sodico dell’acido ialuronico, utilizzato in questa forma perchè molto efficace e più stabile nella composizione del cosmetico.

Più raramente possiamo trovare invece l'acido sotto il nome di hyaluronic acid.

In ogni caso l'acido ialuronico viene aggiunto nelle formule cosmetiche in concentrazioni comprese tra lo 0,1 e l’1%, ovviamente concentrazioni vicine o uguali all' 1% di acido ialuronico a diversi pesi molecolari renderanno il cosmetico (o la stessa materia prima pura) maggiormente efficace.

Dalla lista INCI degli ingredienti non è però possibile distinguere la presenza di un solo peso molecolare o di diversi pesi molecolari usati insieme, questa informazione è affidata alla dichiarazione in etichetta del produttore.

Possiamo trovare l'acido ialuronico in diverse formulazioni per il viso, dalle semplici creme idratanti da giorno o da notte per la prevenzione e per il trattamento dei segni del tempo, creme colorate come ad esempio le BB cream per donare al viso omogeneità di colore, luminosità e un immediato effetto tensore (tutto i un unico prodotto!), nei sieri viso con la stessa azione antiage e rimpolpante o nei sieri specifici contorno occhi e labbra, ma anche nelle creme corpo con lo scopo di prevenire la disidratazione cutanearallentare l’invecchiamento e i cedimenti della pelle.

In commercio è possibile trovare anche l’acido ialuronico in polvere, in questo caso però il peso molecolare sarà unico o comunque un range ristretto tra i tre che abbiamo descritto in precedenza. La polvere può essere utilizzata preparando una soluzione in acqua della stessa ad una concentrazione intorno all’1%, più è alto il peso molecolare più alta sarà la viscosità della miscela ottenuta.

Oltre alla polvere è possibile trovare in commercio delle ben più comode ed efficaci soluzioni di acido ialuronico puro già pronte da utilizzare.



La soluzione di acido ialuronico si può sia utilizzare come tale sulla pelle del viso, come ad esempio siero antiage, contorno labbra e trattamento riparatore per piccole cicatrici, ma anche aggiungendolo alla propria crema viso per arricchirla e potenziarne gli effetti, o ancora in ricette autoprodotte.


La soluzione di acido ialuronico, grazie alle sue proprietà, può essere utilizzata anche sulla pelle del corpo, per ridurre la profondità di cicatrici e smagliature e mantenere la giusta idratazione ed elasticità della pelle.

Infine può essere utilizzato come ingrediente attivo da aggiungere a ricette di spignatto e autoproduzione, come ad esempio quella di un'ottima crema viso antiage che potete trovare nella sezione ricette fai da te sul nostro sito.

Animale o vegetale?

L'acido ialuronico è uno dei componenti principali del tessuto connettivo, lo ritroviamo infatti in diversi tessuti all’interno del nostro organismo, oltre alla pelle, è uno dei componenti fondamentali delle cartilagini, dei tendini, del cordone ombelicale e dell’occhio (umor vitreo).

L'acido ialuronico utilizzato in cosmetica (così come in campo medico) può essere di origine animale o vegetale.

Fino a non moltissimi anni fa l'acido ialuronico utilizzato in cosmetica e non solo era di origine esclusivamente animale, in particolare veniva estratto principalmente dalla cresta di gallo o dalle cartilagini dei suini.

Oggi all'acido ialuronico di origine animale si affianca quello estratto da particolari batteri e ottenuto per biofermentazione degli stessi posizionati su un substrato vegetale, è questo il caso del nostro acido ialuronico.

Le tecniche di produzione moderne, che si sono sviluppate negli utlimi 10 anni circa, consentono infatti la sintesi di diversi tipi di acido ialuronico con caratteristiche e campi di applicazione differenti.

Il nostro acido ialuronico è quindi di origine 100% vegetale, ottenuto per fermentazione batterica, un processo di biotecnologia che consiste nel lasciare fermentare particolari lieviti che lo producono spontaneamente.

New Call-to-action

Lascia il tuo commento

Cerca Nel Blog

Hai la passione del fai da te? Raccontaci come realizzi i tuoi cosmetici naturali

Invia la tua ricetta

Prima volta su La Saponaria? Prova i cosmetici in formato mini!

Ordina il minikit

Cosmetici Sostenibili

Autoproduzione

Sei un nostro rivenditore o vuoi sapere come diventarlo?

Vai all’area rivenditori

Ti piacerebbe una linea di cosmetici bio con il tuo olio o il tuo marchio?

Produzioni personalizzate