Gli approfondimenti de La Saponaria

erbe tintorie/ Approfondimenti/ tinte naturali/ hennè

Coprire i capelli bianchi: le 10 regole per un risultato perfetto

Se anche tu vuoi passare alle tinte per capelli naturali, oppure l’hai già fatto, ma soprattutto vuoi coprire i capelli bianchi in maniera naturale e perfetta, questo piccolo approfondimento è per te!
Ti spiegheremo le regole fondamentali per coprire efficacemente i capelli bianchi con l’hennè e le erbe tintorie naturali. 
Decidere di abbandonare le tinte chimiche, e quindi le sostanze chimiche dannose in esse contenute, a favore delle tinte naturali a base di hennè ed erbe tintorie è una scelta di bellezza e salute per noi e per i nostri capelli.

L’hennè e le erbe tintorie infatti renderanno i nostri capelli più forti e luminosi, irrobustendo il fusto e dando vitalità e volume alle radici.

Uno dei dubbi più frequenti quando si decide di passare alle tinte naturali è se esse coprono i capelli bianchi.

Chiariamo insieme questo dubbio, perchè coprire i capelli bianchi con l’hennè e le erbe tintorie si può e seguendo poche semplici regole si ottengono risultati decisamente soddisfacenti.

La lawsonia: cos’è e perchè è fondamentale

L'erba tintoria per eccellenza è l'hennè del tipico color rosso, una polvere che si ottiene dall’essiccazione della pianta Lawsonia Inermis.

E' l'unica erba tintoria che riesce a colorare e quindi coprire efficacemente i capelli bianchi grazie al lawsone, l’attivo tintorio che dona il tipico colore rosso/aranciato ai capelli bianchi o molto chiari e riflessa di rosso i capelli scuri.

Applicato con costanza sui capelli, l’hennè stratifica, rivestendo e irrobustendo il fusto (ecco perchè è ottimo per i capelli fini e sfibrati!) e scurendo i capelli.



La lawsonia è quindi fondamentale per coprire i capelli bianchi, utilizzata insieme ad altre erbe tintorie mixate nelle giuste proporzioni si può ottenere la copertura desiderata senza per forza dover avere capelli rossi.


E' inoltre un ottimo trattamento per i capelli grassi poichè ha proprietà anti batteriche e purificanti per il cuoio capelluto, ne ripristina il corretto ph e favorisce la ricrescita dei capelli, rendendoli forti e lucidi e donando volume e sostegno alle radici.

New call-to-action

Coprire i capelli bianchi: le 10 regole da seguire

Pochi semplici ma fondamentali regole da seguire per ottenere risultati perfetti e coprire perfettamente i capelli bianchi:

1 > Due applicazioni successive

Se i capelli bianchi da coprire non sono tantissimi, ma uno ogni tanto, consigliamo due applicazioni successive della tinta naturale, a distanza di circa una settimana l’una dall’altra.

2 > Doppio passaggio

In presenza di un'alta percentuale di capelli bianchi, per aumentare l’effetto coprente è consigliato eseguire il cosiddetto doppio passaggio. Questa tecnica consiste in un primo passaggio con una tonalità più chiara (e ricca di lawsonia!) rispetto a quella che si vuole ottenere e successivamente, il giorno stesso o il giorno seguente, il secondo passaggio con la colorazione finale desiderata.

Approfondisci come eseguire il doppio passaggio, quando è necessario farlo e quando no QUI.

3 > Frequenza di applicazione

Per mantenere un colore sempre invidiabile è consigliabile applicare nuovamente la tinta dopo circa 40 giorni, questo periodo varia in base al numero di shampoo che si fanno ogni settimana. Se ci si lava i capelli con frequenza giornaliera o quasi il periodo si ridurrà a circa 25 giorni.

4 > Capelli puliti

La tinta naturale va applicata sui capelli puliti, meglio se lavati precedentemente con uno shampoo pre-tinta purificante come lo shampoo Avatara.

Questo è un passaggio fondamentale poichè permette di aprire le squame dei capelli e pulirli in profondità, eliminando ogni residuo di sostanze chimiche derivanti da prodotti precedentemente applicati o dalle sostanze inquinanti ambientali, o ancora eliminando ogni residuo di sebo, poichè tutte queste sostanze si depositano sui capelli creando una patina impermeabile che non lascerebbe penetrare il colore.

Applicare invece la pastella su capelli non puliti potrebbe compromettere il risultato finale poichè eventuali residui di sostanze chimiche sul capello potrebbero inficiare la penetrazione ottimale del colore per i motivi appena detti.

Inoltre lavando i capelli prima di applicare la pastella non si è costretti a farlo dopo, riducendo così il rischio di lavare via un colore non ancora ben fissato.

5 > Calore e umidità

Una volta applicata la pastella sui capelli è bene coprirli con una pellicola e mantenerli al caldo con una cuffia di lana per tutto il tempo di posa. Il caldo e l’umidità infatti fanno si che il colore prenda decisamente meglio in minor tempo. Possiamo aiutarci con un piccolo trucco: passiamo il phon caldo per 2-3 minuti ogni 30 minuti attorno ai capelli avvolti nella pellicola.

6 > Pastella in purezza

La pastella va preparata in purezza, senza aggiungere additivi o altri ingredienti, ma solo con acqua calda (circa 50-70 gradi).

Non serve infatti acidificare la pastella poichè la lawsonia ha ph acido, quindi è sufficiente l’aggiunta di sola acqua per mantenere tale il ph.

E’ sconsigliata l’aggiunta di altri ingredienti acidificanti come yogurt, succo di limone e aceto, ma anche di qualsiasi altro ingrediente poichè creerebbero un film sui capelli compromettendo la buona riuscita del colore.

tempo di posa

7 > Tempi di posa

Nel caso di hennè ed erbe tintorie i tempi di posa devono necessariamente essere abbastanza lunghi. Ricordiamoci che non stiamo applicando una tinta chimica, bensì una tinta completamente naturale che farà si risplendere i nostri capelli di bellezza e salute, ma ha bisogno di tempi più lunghi per arrivare ad un risultato perfetto...i tempi della Natura in fondo sono così e vanno rispettati.



Per ottenere quindi una copertura soddisfacente dei capelli bianchi ci vogliono circa 2 ore effettuando un solo passaggio, mentre può essere sufficiente circa un’ora/un’ora e mezza nelle due applicazioni del doppio passaggio.


8 > Niente siliconi

E’ molto importante non utilizzare prodotti per capelli che contengono siliconi.

Questo perchè il silicone crea una guaina intorno al capello, impedendo così ai pigmenti delle erbe tintorie di penetrare. Utilizzando costantemente prodotti con siliconi, dagli shampoo ai prodotti di styling, sicuramente avremo una copertura dei capelli bianchi meno soddisfacente, oltre che a capelli inariditi, spenti e stressati.

9 > Tipo di capelli

I capelli molto grossi e robusti richiedono sempre il doppio passaggio, soprattutto se si devono coprire i capelli bianchi, poichè sono poco porosi e questo incide sulla presa di colore.

I capelli fini e sfibrati (magari da molti trattamenti chimici) invece sono solitamente molto più porosi quindi prendono meglio il colore, se i capelli bianchi da corpire non sono tanti non è necessario il doppio passaggio.

10 > I capelli bianchi su fronte e tempie

Su fronte e tempie i capelli bianchi sono più difficili da coprire, inoltre in questi punti la pastella si asciuga molto velocemente.

Per mantenere l'umidità, consigliamo di applicare un dischetto di cotone inumidito proprio sotto la pellicola, a contatto con i capelli di fronte e tempie. I dischetti aiutano la pastella a non seccarsi e favoriscono la presa del colore.

Qualche consiglio utile in più:

  • I capelli con trattamenti chimici sono più porosi, assorbono quindi il colore più facilmente e necessitano di tempi di posa minori.
  • Per ottenere un castano chiaro meglio non fare il doppio passaggio poichè si rischierebbe di ottenere un colore più scuro dato che l’hennè tende a stratificare.
  • I capelli alla radice si colorano prima e restano leggermente più chiari delle lunghezze poichè sono a contatto diretto con la cute, dove la temperatura è più alta. Quindi per tingere solo la ricrescita fate il doppio passaggio, servirà a coprire meglio i bianchi e a non farvi avere due colori diversi, uno più chiaro all’attaccatura e uno più scuro sulle lunghezze.
  • Con un pò di precisione nell’applicazione, le erbe tintorie non macchiano la pelle attorno al viso, se dovesse capitare si può pulire con un batuffolo imbevuto di acqua calda e sapone, latte detergente o limone. Mettere sempre i guanti per applicare la tinta perchè le mani, a contatto con grandi quantità di pastella, si macchiano!
  • Le erbe tintorie non possono schiarire i capelli, al contrario tendono a scurirli poichè nel tempo stratificano sul capello. Un trucco per evitare che ciò accada è fare applicazioni più ravvicinate solo sulla ricrescita e solo ogni 2 mesi su tutta la chioma. Il colore non si perderà con il lavaggio dei capelli ma potrà leggermente schiarirsi e, in particolare, i riflessi rossi diventeranno permanenti.

New call-to-action

Lascia il tuo commento

Cerca Nel Blog

Hai la passione del fai da te? Raccontaci come realizzi i tuoi cosmetici naturali

Invia la tua ricetta

Prima volta su La Saponaria? Prova i cosmetici in formato mini!

Ordina il minikit

Cosmetici Sostenibili

Autoproduzione

Sei un nostro rivenditore o vuoi sapere come diventarlo?

Vai all’area rivenditori

Ti piacerebbe una linea di cosmetici bio con il tuo olio o il tuo marchio?

Produzioni personalizzate